Il commento

Impruneta 2005 - San Quirico -   0 - 0

 

 “SMARRITI NEL BOSCO...”

di Giorgio Pesatti

 

Dopo la veemente prova disputata contro La Plaza nel precedente turno di campionato, il San Quirico si smarrisce nel bosco dell’Impruneta ed impatta una gara contro una squadra che avrebbe probabilmente meritato la vittoria ai punti.

Su di un terreno che comprometteva l’equilibrio a coloro (sciagurati!) che non avevano gli scarpini a sei, mister Maioli manda in campo lo stoico Burgassi, che gioca nonostante un fastidioso dolore al ginocchio e, davanti a lui, si schierano Calubani, Navarria e Thaon di Revel. Centrocampo a cinque con Meucci centrale, Gabriele Giuntini e Pollini mezzale mentre si schierano ai lati De Paola e Ragionieri. In attacco rientra Emanuele Guerrini che viene supportato da Colonna che sostituisce l’indisponibile dell’ultima ora Fino.

I primi ventitré minuti vedono i due portieri mai impegnati in una gara che vede il San Quirico tentare un improbabile possesso palla senza peraltro mai creare azioni degne di nota. Dall’altra parte la squadra di casa tenta con i veloci Hoxha, Limani e Casini di perforare l’arcigna difesa ospite. Si gioca in un clima quasi autunnale e ben presto gli animi degli ospiti si scaldano con un botta e risposta tra capitan Navarria e mister Maioli sull’assetto tattico in campo. Mentre lo stesso capitano “ordina” con un perentorio “PREPARAMELE!” al Presidente Brunetti di sistemargli a bordo campo gli scarpini a sei (non c’è più rispetto…, ndr), il nervosismo si allarga alla panchina con Cartoni che riesce nel difficile tentativo di rompere la chiave nella serratura dello spogliatoio! Finalmente, al 24’ si ritorna alla consueta cronaca sportiva con capitan Venturi che tenta una azione individuale conclusa con un diagonale che Burgassi controlla sul primo palo. Il San Quirico finisce anche di tentare un improbabile gioco e l’Impruneta si riaffaccia in area avversaria con una punizione che non dà l’esito sperato. Al 35’ show di Giuntini che si libera di tre avversari ma calcia debolmente dal limite dell’area. Al 37’ Burgassi sbaglia la respinta su un pallone alto. Al 41’ è Guerrini a calciare da dentro l’area ma il tiro viene ribattuto dalla difesa.

Si va al riposo dopo un primo tempo da dimenticare. Al rientro in campo gli ospiti presentano Cartoni al posto dell’acciaccato Thaon di Revel. L’estroso mancino va a posizionarsi accanto a Guerrini con l’arretramento di Colonna a centrocampo al posto di Ragionieri che viene schierato in marcatura. Il centrocampo passa a quattro con Pollini che si posiziona dietro le punte, posizione a lui probabilmente più idonea . Gioca poco però nella nuova posizione il fantasista ex San Frediano perché mister Maioli decide di sostituirlo al 9’ con Antonio Giuntini. L’equilibrio della gara salta al 18’ quando in appena tre minuti i padroni di casa sfiorano per ben tre volte il vantaggio evitato grazie a miracolosi interventi di Burgassi ed a un clamoroso errore da sotto porta di Venturi che colpisce di testa clamorosamente alto sopra la traversa da posizione invidiabile. Al 25’ Gigli sostituisce l’infortunato De Paola. Al 30’ Ragionieri, autore di una ottima prova, anticipa nettamente l’avversario e si produce in una discesa che si conclude con un tiro che non impensierisce Parente. Al 31’ veloce contropiede dell’Impruneta con tiro conclusivo di Limani bloccato dal bravo Burgassi. Nei minuti finali il San Quirico si sveglia dal torpore della serata e tenta la vittoria. Al 38’ Colonna batte sulla fascia una punizione per Cartoni che crossa di destro un ottimo pallone che Gabriele Giuntini colpisce di testa sfiorando la traversa. Passa un minuto ed è Colonna ad effettuare un traversone alto che Cartoni colpisce di testa sfiorando il palo alla sinistra di Parente. L’arbitro concede 4’ di recupero nei quali merita di essere segnalata una discesa del veloce Hoxha che conclude con un diagonale che finisce di poco a lato della porta difesa dal granitico Burgassi.

Battuta d’arresto quindi per il San Quirico che disputa una gara pressoché anonima confermando purtroppo la difficoltà della squadra a trovare la giusta concentrazione in ogni partita. Aldilà delle numerose assenze, va riconosciuto che il potenziale della squadra era superiore a quello degli avversari e, quindi, occorre semmai una attenta riflessione sul perché questa superiorità non venga dimostrata.

La scosa stagione, nel periodo della emergenza di uomini, il San Quirico trovò una striscia di vittorie decisive per la conquista del titolo, complice anche un rivale (Montefiridolfi, ndr) anche lui avvezzo ad impreviste battute d’arresto. L’attuale stagione vede invece il diretto concorrente, la squadra del Rione San Frediano, abituato a collezionare risultati costanti con difficili cali di tensione. Un motivo in più per la nostra squadra per affrontare ogni gara come fosse una finale se si vuole tentare fino alla fine di rimanere in corsa per il titolo. La difficile gara del prossimo turno contro il Fiorenza, vittorioso all’andata, sarà un severo banco di prova per testare se finalmente la squadra ha capito la lezione.

1996-1997 1997-1998 1998-1999 1999-2000 2000-2001 2001-2002 2002-2003 2003-2004 2004-2005 2005-2006 2006-2007 2007-2008
Cognome Nome Voto
BRASCHI MARCO  
BURGASSI LEONARDO 8
CALUBANI GABRIELE 7
CARTONI JACOPO 5,5
CERBONESCHI ALESSANDRO  
CERBONESCHI ANDREA  
CHAVES E SILVA PAULO CESAR  
CHECCUCCI DUCCIO  
COLONNA ANGELO 5
DE  PAOLA TOMMASO 5,5
ESPOSITO DANIELE  
FANFANI MASSIMILIANO  
FANFANI TIZIANO  
FINO SIMONE  
GIANI ANDREA  
GIGLI SIMONE 6
GIUNTINI ANTONIO 5,5
GIUNTINI GABRIELE 5,5
GUERRINI EMANUELE 5,5
GUERRINI MATTIA  
MEGA ANTONIO  
MEUCCI FRANCO 6,5
NARDONI PABLO  
NAVARRIA ANDREA 6,5
POLLINI PIETRO 5,5
PAPI FRANCESCO  
PASCALE STEFANO  
RAGIONIERI ENEA 7
SETTIMELLI SIMONE  
SIMINOLI CARMINE  
THAON DE REVEL PAOLO 6,5
TRIBOLI LUIGI